chiara_lecca_2023_OLI6617 dettaglio 1200 x 1600 (1)
COMING SOON

SPACES AS PLACES AS STAGES
ENRICO CASTELLANI, JANNIS KOUNELLIS, CHIARA LECCA

OPENING 26 ottobre 17:00 – 20:00

fino al 20 dicembre 2023

mostra a cura di Lóránd Hegyi

GALLERIA FUMAGALLI MILANO

La Galleria Fumagalli presenta l’ottavo e ultimo capitolo della serie espositiva MY30YEARS – Coherency in Diversity.

Ideata dallo storico dell’arte Lóránd Hegyi per la Galleria Fumagalli, il programma di mostre omaggia i trent’anni di direzione della gallerista Annamaria Maggi. A partire dall’esposizione congiunta delle opere di tre artisti seguiti o rappresentati dalla galleria, ogni mostra invita a superare tradizionali categorizzazioni, a rileggere le opere dei maestri storicizzati, a proporre dialoghi inediti e a svelare alcuni parallelismi nascosti tra ricerche e orientamenti artistici di differenti generazioni.

Spaces as Places as Stages intende rivisitare le sfide e le prospettive estetiche materializzate nel lavoro di Enrico Castellani (Castelmassa, 1930 – Celleno 2017) e Jannis Kounellis (Il Pireo, 1936 – Roma, 2017) nel contesto della ridefinizione dello spazio come palcoscenico di eventi, come luogo di azioni immaginarie, movimenti e cambiamenti. Tale incontro espositivo si arricchisce di due opere di Chiara Lecca (Modigliana, 1977), la quale interpreta la trasformazione dello spazio in luogo di apparizione di soggetti emotivi e immaginari, enfatizzando certe espressioni drammatiche e surrealistiche.

Galleria Fumagalli

via Bonaventura Cavalieri 6, 20121, Milano

dal lunedì al venerdì. 13 – 19

www.galleriafumagalli.com

PER NEWS 1
CURRENT

DOVE ABITA L'UOMO
luoghi - relazioni - intrecci

dal 08 settembre 2023 al 07 gennaio 2024

mostra collettiva a cura di Giovanni Gardini

MUSEO DIOCESANO DI FAENZA  MODIGLIANA

Sede espositiva di SANTA MARIA DELL’ANGELO_ FAENZA RA

Inaugura venerdì 8 settembre alle ore 18.00 «Dove abita l’uomo. Luoghi, relazioni, intrecci», una mostra del Museo Diocesano di Faenza – in collaborazione con il Comune di Faenza e il Comune di Ravenna – incentrata sul tema dell’abitare, una questione quanto mai attuale alla luce dei tragici eventi che hanno colpito il territorio romagnolo a partire dal mese di maggio scorso. 

Undici artisti rileggono questo tema complesso e affascinante che nel progetto di mostra è declinato secondo varie ed ampie sfaccettature. Abitare è questione del cuore e della mente, è dimensione interiore e spirituale. Abitare è questione di relazioni, di intrecci profondi di vita, è esperienza di condivisione. Abitare riguarda i luoghi, la dimensione urbana e il dialogo degli uomini e delle donne con la natura. 

Artisti in mostra: Felice Nittolo, Andrea Salvatori, Daniela Novello, Jessica Ferro, Chiara Lecca, Marisa Zattini, Andrea Bernabini, Marco Parollo, Adriano Zanni, Richard Betti, Matteo Lucca.

La mostra è stata finanziata nell’ambito del progetto Atmosfere Faentine 2023 da Regione Emilia-Romagna e Unione della Romagna Faentina e rientra all’interno del programma della VIII Biennale di Mosaico Contemporaneo di Ravenna che si terrà a Ravenna dal 14 ottobre 2023 al 14 gennaio 2024. 

La mostra, inoltre, si inserisce all’interno della rassegna Dell’umana Dimensione. Arte e Visioni contemporanee lungo la Via Emilia a cura dell’Associazione Culturale RICOGNIZIONI SULL’ARTE APS e tesa alla promozione del lavoro di artisti attraverso la valorizzazione dei territori, delle città e dei Comuni legati alla via Emilia. 

La mostra sarà visitabile dal mercoledì alla domenica, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.30, dal 9 settembre 2023 fino al 7 gennaio 2024. 

 

Per informazioni: 

info@museodiocesanofaenza.it 

cell 333-7834993

PER NEWS
PAST

TERRA MOSSA FESTIVAL
Modigliana FC

dal 27 luglio al 01 agosto 2023

OPENSTUDIO > COVUM

Terra Mossa Festival è nato per ridare vitalità e attenzione ad un paese, Modigliana, colpito in maniera durissima dagli eventi meteo che hanno interessato la Romagna.

 

Locandina corretta
PAST

L'ORDINE NASCOSTO
Parco Archeologico di Veio | Consorzio La Giacinta | Roma

a cura di Francesca Romana de Paolis
SAVE THE NEW DATE!! >>>> Opening sabato 03 giugno dalle 15.30 alle 21:00
Parco Archeologico di Veio
Consorzio La Giacinta
Via della Giustiniana, 959 | Roma

 

Un giardino privato di Roma, nel complesso del Parco Archeologico di Veio – laddove sorgono le vestigia dell’antica città etrusca accoglie la mostra collettiva di arte contemporanea L’ORDINE NASCOSTO, a cura di Francesca Romana de Paolis.

Undici artisti si sono misurati con l’eterno topos del giardino, ridelineando lo spazio secondo una mappatura cognitiva.
Sculture e installazioni sperimentali s’intersecano fra loro restituendo in modo mimetico quanto appreso dall’inconscio della terra che, prima di essere locus amoenus o palus tartarica, è natura che preme e che induce all’inabissamento spirituale della psiche e a quello materiale del corpo.
Il giardino, di proprietà degli artisti Alberto Emiliano Durante e Giulia Manfredi, diventa così luogo di analisi dei sottolivelli della coscienza, tensione ontica verso le radici. Intimo recupero di una connessione con quella rete di piccoli e grandi innesti naturali che rispecchiano l’essere umano.
Ogni artista, attraverso un’opera o un gruppo di opere, ragiona su ciò che scrisse il filosofo Jaques Lacan: “l’inconscio è strutturato come un linguaggio”. La sfida è captarne la logica, distinta rispetto a quella che regola il piano della coscienza.
Il pubblico viene guidato attraverso un itinerario concettuale in cui ogni lavoro è situato in un punto preciso, secondo il disegno della Spirale Aurea.
L’invito è quello di varcare la soglia del giardino dell’inconscio per cercare dove si nascondono – tra prospettive inedite, richiami al mito, alle filosofie orientali, al mondo animale e vegetale – i molteplici aspetti dell’interiorità.

INFORMAZIONI

L’ORDINE NASCOSTO
A cura di Francesca Romana de Paolis

Artisti: Yo Akao, Sergio Baldassini, Antonio Barbieri, Alberto Emiliano Durante, Emanuele Giannetti, Chiara Lecca, Giulia Manfredi, Alice Padovani, Fausto Roma, Silvia Scaringella, Ludovico Tersigni

Sede: Parco Archeologico di Veio, Consorzio La Giacinta, Via della Giustiniana, 959 | Roma

Apertura al pubblico: 03 GIUGNO – 03 LUGLIO 2023
Visite su prenotazione: 340 8060113 – 334 8375279

da Termini trenino FC3 fino a Prima Porta > autobus 303

PER HOME CHIARALECCA compressa
PAST

ANIMALS & TREES
Milano Design Week _ Galleria Fumagalli

> MARTEDì 18 APRILE
_ Live performance HABITAT h. 19:00
Sound by HORSELOVER.FAT h. 19:00 > 21:00
Workshop h. 14:00 > 18:00

> MERCOLEDì 19 APRILE
Workshop h. 14:00 > 18:00

> dal 18 al 28 APRILE (eccetto il 25)
_ TEMPORARY SHOP 

 

ANIMALS & TREES è un appuntamento dal carattere multidisciplinare di cultura ambientale e pratiche green,  è inoltre l’occasione per conoscere Chiara Lecca e il Collettivo Clarulecis più da vicino.

  • La performance di danza HABITAT nasce dalla collaborazione tra il Collettivo, la ballerina e coreografa Alimah Grasso e la band contemporanea Horselover.fat
    E’ uno sketch pensato come un momento di sperimentazione, durante il quale la ballerina mette in scena dei movimenti trasposti dal mondo vegetale e animale con altri più strutturati provenienti dal contesto antropico. Il sound rievoca il suono dell’acqua: un ritmo dispari che scorre incessante come i cicli naturali.
  • Il sound della band contemporanea HORSELOVER.FAT  nasce da un’ispirazione comune e condivisa nel cercare ambienti e temi che pescano nel subconscio e nei ricordi sonori generando così un collage musicale apolide contaminato e frammentario.
  • Il workshop si propone di sperimentare la tecnica del frottage su tessuto partendo dalle matrici raccolte in natura. Durante il laboratorio è possibile realizzare una propria Primitive T-shirt, grazie all’utilizzo di un KIT FOR PRINT, pensato e progettato allo scopo di condividere con il pubblico l’esperienza di stampa diretta in natura
  • Nel temporary shop del Collettivo Clarulecis confluiscono tutte le sperimentazioni su tessuto e abbigliamento con le tecniche del frottage e dell’ecoprint, come le Primitive T-shirt e i pièces unique realizzati nello studio en plein air sugli Appennini. Queste pratiche  sono frutto di una trasposizione dal mondo vegetale a quello animale e viceversa.
  • chi: il COLLETTIVO CLARULECIS  nasce nel 2020 sugli Appennini Tosco-Romagnoli da un’idea di Chiara Lecca. In uno studio en plein air nel bosco, l’artista torna a esplorare il punto di partenza della sua ricerca: la natura, osservata da un punto di vista trasversale, aprendosi a nuove contaminazioni e trasposizioni di significato. Ogni pratica è finalizzata al recupero di un contatto diretto con l’habitat in cui viviamo, sia esso urbano o rurale. Il suono, il movimento del corpo e soprattutto ciò che indossiamo restituiscono l’esperienza diretta con il mondo vegetale e animale.
  • dove:  GALLERIA FUMAGALLIVia Bonaventura Cavalieri 6, 20121 Milano
    Dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 19
    Info: +39 02 36799285 | info@galleriafumagalli.com | galleriafumagalli.com
immagine per Cortina
PAST

SOGNO O SON DESTO?
Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi

Il Visionario in un secolo d’arte italiana

a cura di Claudio Spadoni

Cortina d’Ampezzo

La mostra attraversa un secolo di circostanze artistiche toccando il tema del ‘visionario’ e affrontando quello del ‘notturno’, ovvero della dimensione onirica, ma anche della ‘visionarietà ad occhi aperti’ intesa nelle più diverse accezioni. Con opere di alcuni grandi protagonisti del primo ‘900 italiano come Mario Sironi, Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Osvaldo Licini. E ancora Mattia Moreni, Giosetta Fioroni, Luigi Ontani, Gino De Dominicis, Enzo Cucchi per citarne solo alcuni ed arrivare ai contemporanei tra cui Chiara Lecca, Nicola Samorì, Enrico Minguzzi, Bertozzi & Casoni, Marco Neri, … .

Fino al 10 aprile 2023

Museo Mario Rimoldi 

true fake marbles
PAST

QUESTIONING THE FUNCTIONALITY
Galleria Fumagalli Milano

Giunto al sesto appuntamento, prosegue il programma espositivo MY30YEARS – Coherency in Diversity che il critico Lóránd Hegyi ha ideato e curato per la Galleria Fumagalli con l’obiettivo di celebrare i 30 anni di carriera di Annamaria Maggi alla guida della galleria, nonché stimolare nuove letture dei paradigmi dell’arte contemporanea alla luce di inediti confronti tra dodici artisti seguiti o rappresentati dalla galleria.
Questioning the Functionality, attraverso l’esposizione congiunta delle opere di Mattia Bosco (Milano, 1976), Chiara Lecca (Modigliana, 1977) e Dennis Oppenheim (Electric City, Washington, 1938 – New York, 2011), presenta un duplice quesito. In primis se esista una reale funzionalità dell’opera d’arte, o se sia soltanto frutto della suggestione e del paragone con altri oggetti; in secondo luogo, l’interrogativo cade sulle singole opere in mostra, sulla loro specifica funzionalità e come questa, se vi è, si concretizzi.
Se Mattia Bosco e Chiara Lecca presentano opere dai forti effetti sensuali che paiono sfruttare al massimo le qualità materiche per attivare l’immaginario e la fantasia dello spettatore, le opere di Dennis Oppenheim – provenienti dal periodo in cui sperimenta Land Art e Body Art, con contaminazioni tra loro – evitano ogni tipo di spettacolarizzazione teatrale e sono il risultato di un’osservazione oggettiva del corpo umano e della sua interazione con l’ambiente circostante.

> dal 7 ottobre al 2 dicembre 2022

Galleria Fumagalli 

laboratorio
PAST _ 3 LUGLIO 2022

CAMMINA > STAMPA > INDOSSA
Festival dei Sentieri Agrourbani _ Modigliana FC

CAMMINA > STAMPA > INDOSSA è un laboratorio itinerante di stampa sperimentale su tessuto che tengo assieme al COLLETTIVO CLARULECIS al Festival dei Sentieri Agrourbani di Modigliana.
Inizia tutto con un viaggio nel cuore del bosco, alla scoperta della riserva di Montebello, nata negli anni ’50 sulle colline del borgo romagnolo. Il percorso, della durata di circa due ore, consente di addentrarsi in questo meraviglioso giardino botanico forestale unico nel suo genere.

> 3 luglio | Tenuta di Montebello | Modigliana FC

Scopri più dettagli e le modalità di prenotazione qui: www.clarulecis.com

PunkStill Life
PAST _ dal 18 giugno al 25 settembre 2022

ALLA NATURA
Palazzo San Giacomo, Russi

MOSTRA COLLETTIVA A CURA DI ALESSANDRA CARINI

Alla Natura è la mostra collettiva che inaugura la nuova ala espositiva di Palazzo San Giacomo, antica dimora costruita dai conti Rasponi nel tardo Seicento sulle rovine di un castello medievale.
La mostra è incentrata sul concetto di natura e vede l’azione artistica come ultimo rito magico e salvifico.
Dieci gli artisti presenti in mostra tra cui una sala dedicata a Joseph Beuys, sarò presente con un’opera site specific dal titolo Punk Still Life.

Opening  sabato 18 giugno, ore 18.30
Palazzo San Giacomo, Russi (Ravenna)

dal 18 giugno al 25 settembre | gio – ven – sab dalle 17.00 alle 21.00

fake marbel
PAST _ dal 07 al 12 Giugno 2022

SALONE DEL MOBILE MILANO
ospite di ImperfettoLab

Nella 60° edizione del Salone del Mobile, sarò ospite di ImperfettoLab con le installazioni Fake Marbles e BlackBigBubbles

ImperfettoLab sviluppa un proprio linguaggio nel mondo del design con una collezione dall’aspetto naturale e illusorio, interprete della sintesi tra natura e artificio.

> dal 7 al 12 giugno
S. Project 13 |  booths G12 G14
Milano Fiera Rho

SENZA FIGURA
PAST _ 2 OTTOBRE > 14 NOVEMBRE 2021

SENZA FIGURA
Galleria Monitor Pereto

MOSTRA COLLETTIVA  A CURA DI NICOLA SAMORì

Artisti: Pierpaolo Campanini, Chiara Lecca, Enrico Minguzzi, Mattia Moreni, Nicola Samorì
Opening 02.10.2021 ore 12 – 17

Le nature morte introducono i soggetti prescelti per la mostra allestita nella sede Monitor di Pereto, Senza Figura, in cui Samorì ricopre la doppia veste di pittore e di curatore, invitando artisti a lui vicini per ricerca, dialogo e condivisione di esperienze.

Chiara Lecca (Modigliana, 1977), Enrico Minguzzi (Cotignola, 1981), Pierpaolo Campanini (Cento, 1964) e Mattia Moreni (Pavia 1920 – Brisighella 1999) prendono di petto la natura, mettendosi di fronte a essa in un confronto tutt’altro che pacificato e fluido, interessati piuttosto alla sua ambiguità, alle sue implicazioni semantiche, alle distorsioni delle forme che si compiono in bilico tra contemplazione e colluttazione. Senza Figura è anche una auto-censura, una raccolta di dipinti e sculture che escludono la presenza del corpo, la tematica più ricorrente nell’opera di Nicola Samorì.

Si sa come la natura si piega trasformandosi nello svolgimento delle necessità.

                                                                                                                              Mattia Moreni

Palazzo Maccafani – Piazza Maccafani, 5

67064 Pereto AQ

20210729_154517
PAST _ 27 LUGLIO 2021 > 2022

PROGETTO CEILINGS
ABA Catanzaro | Musei in Rete Regione Calabria

“A Natural Archeology” è un progetto site specific realizzato per il Museo Archeologico Statale di Mileto (VV).

Nasce da una riflessione sulla collezione dei reperti antichi del Museo e allo stesso tempo da un’indagine del territorio Calabrese.

In parte realizzato presso il MABOS_ Museo d’Arte del Bosco della Sila, e’ frutto di una residenza promossa dall’ABA di Catanzaro con il PROGETTO CEILINGS_Musei in rete a cura di Simona Caramia

Opening settembre 2021

triplao new 17 02
PAST _ 3 LUGLIO > 5 SETTEMBRE 2021

SELVA MOLLE
DANTE | Chiara Lecca | Nicola Samorì

DOPPIA PERSONALE A CURA DI SABRINA SAMORì

Opening sabato 3 luglio 2021 ore 19.30, ex Chiesa di San Rocco, Modigliana FC

La mostra, ideata in occasione dell’anno dantesco, si sviluppa come un dialogo a due voci tra Chiara Lecca e Nicola Samorì all’interno della seicentesca Chiesa, ora sconsacrata, dedicata a San Rocco e situata nel centro storico del piccolo borgo romagnolo.

Fil rouge della mostra è la forma della materia come mezzo di narrazione tra il naturale e trascendentale. In mostra diverse opere tra cui alcuni inediti di entrambe gli artisti.

Evento collaterale alla mostra “Dante. La visione dell’Arte” in programma presso i Musei San Domenico Forlì.

triplao new 17 02 1
CURRENT

RISERVA SPERIMENTALE
Festival dei Sentieri Agrourbani | Modigliana

Domenica 4 Luglio 2021 il Collettivo Clarulecis è al Festival dei Sentieri Agrourbani nell’ambito di ‘ RISERVA SPERIMENTALE’, un progetto site specific nella riserva naturale di Montebello, sugli Appennini romagnoli, che prevede interventi in natura da parte degli artisti Clarulecis, Giacomo Cossio e Verter Turroni.

La riserva di Montebello, a pochi km dal paese di Modigliana FC, nasce negli anni ‘50 da un progetto nazionale a fini sperimentali sulla coltivazione boschiva, contando numerose tipologie differenti di alberi presenti al suo interno, provenienti da tutto il mondo.

Clarulecis realizza TONGUES, un’installazione che sarà custodita dalla foresta fino al suo naturale deperimento. Inoltre durante la giornata del 4 luglio mette in scena HABITAT, uno sketch inteso come un breve momento di stacco mentale empirico ed istintivo durante il quale la performer Alimah Grasso cattura l’impronta della natura con il movimento del corpo. Set di sound a cura degli Horselover.fat.

Cinello-Unlimited-gli-Artisti-candidati
PAST _ FEBBRAIO 2021

CINELLO PRIZE
Palazzo Parigi, Milano

CINELLO UNLIMITED

Un collettivo familiare, uno studio en plein air, la natura come punto di partenza per un progetto che sovverte l’ordine tra intimo e pubblico e che grazie al digitale è stato capace di compiere la sua vocazione  di condivisione.

Chiara Lecca con il Progetto Clarulecis è finalista del Premio Cinello Unlimited, riconoscimento che mira a mettere in luce le migliori esperienze in ambito artistico e culturale, capaci di costruire connessioni con il mondo della tecnologia digitale.

www. cinellounlimited.it

NON GIUDICARE
PAST _ 11.09.2020 > 15.11.2020

NON GIUDICARE
Convento di San Francesco | Bagnacavallo RA Italy

GROUP SHOW CURATED BY VIOLA EMALDI | ORGANIZED BY MAGMA 

Artists: Yuri Ancarani, Sergia Avveduti, Bertozzi & Casoni, Silvia Camporesi, David Casini, Stefania Galegati, Chiara Lecca, Enrico Minguzzi, Alessandro Pessoli, Alessandro Roma con Paola Ponti, Andrea Salvatori, Marco Samorè, Nicola Samorì, Italo Zuffi.

20200701_190816 copia
CURRENT _ summer 2020

COLLETTIVO CLARULECIS
Appennino Tosco Romagnolo

Its a Collettive born in June 2020 formed by Chiara Lecca and her family of creative and shepherds.

It’s inspired by region where it’s born, the Romagna hinterland, and feeded by the wildest part of Sardinia, where its roots are, and by the purpuse to preserve and connect to the future our Natural primitive imprint.

The focus is on the skin: recycled leather looking for a second chance and the imaginary skins we choose as second epidermis anytime we dress up.

Imagined in 2020, the starting point is a Primitive T-shirt piece unique.

Follow on: @clarulecis

clarulecis.com

campigna
PAST _ 17.11.2019 > 15.12. 2019

Back to Santa Sofia. 60° PREMIO CAMPIGNA
Galleria Vero Stoppioni Santa Sofia FC, Italy

GROUP SHOW

The Premio Campigna 2019, on the occasion of its 60th edition, presents a selection by invitation of 9 artists who have taken part in the editions of recent years and have distinguished themselves for their artistic practice.

selvatico
PAST _ 26.10.2019 > 19.01. 2020

Selvatico 14 | ATLANTE
Museo Civico Luigi Varoli

GROUP SHOW CURATED BY MASSIMILIANO FABBRI

Museo Civico Luigi Varoli | Cotignola RA Italy

apocalittici
PAST _ 18.07.2019 > 18.08. 2019

VISIONARI E APOCALITTICI DI ORDINARIA FOLLIA
Magazzini del Sale Cervia RA Italy

GROUP SHOW CURATED BY CLAUDIO SPADONI

Silver Sharp Pulp, Glazed Sharp Pulp detail
PAST _ 04.04.2019 > 07.04.2019

MIART

FIERA INTERNAZIONALE DI ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

with Galleria Fumagalli Milano

Fieramilanocity | Milan Italy

FB_IMG_1552660369333
CURRENT _ 04.2019

FEMME _ ARTE (EVENTUALMENTE) FEMMINILE

BOOK

The MACRO ASILO in Rome present a new publication curated by Veronica Montanino and Anna Maria Panzera, edited by Bordeaux Editori.

Chiara Lecca is present with a text about her work.

artgeneve
PAST _ 31.01.2019 >03.02.2019

Artgenève_ Contemporary Artfair

with Galleria Fumagalli Milano

Palaexpo, Geneve, Switzerland

www.artgeneve.ch

20190120_144155 copia
PAST _ 19.01.2019

CHIARA LECCA _ AUTORITRATTO

CONFERENCE

Macro Auditorium, h. 17.00

Chiara Lecca speaks of art, nature, society through her work

MACRO Museo d’Arte Contemporanea

MACRO is located in Rome, in the Salario-Nomentano district, in via Nizza 138.

Free admission

www.museomacro.it

SONY DSC
PAST _ 13.01.2019 > 20.01.2019

ATELIER #3 _ MACRO ASILO

A party opened to all comers on 30 September started the experimental project known as Macro Asilo, due to feature at the Macro in Via Nizza, Rome, for 15 months, until 31 December 2019. The new scheme devised by project curator Giorgio de Finisis going to turn the entire museum into a fully-fledged living organism at once “hospitable” and relational, urging people, skills and disciplines to meet and cooperate in a rationale of constant openness and participation on the part of the city and of the public. To ensure that that happens, admission will be free for everyone.

The new rooms will include one devoted to Romes (the city’s name in the plural), the word room (devoted to the vocabulary of contemporary art), the reading room, the media and radio room and the ATELIER: four twin spaces designed for artists producing a work inside the museum.

Chiara Lecca will be at ATELIER #3 from 13th to 20th of January

MACRO Museo d’Arte Contemporanea

MACRO is located in Rome, in the Salario-Nomentano district, in via Nizza 138.

Free admission

www.museomacro.it

immagine-home-wopart
PAST _ 20.09.2018 > 23.09.2018

Wopart Fair

Drawing, works on paper and photography fair in Lugano

with Galleria Fumagalli, Milan

Centro Esposizioni, Lugano, Switzerland

Chiara Lecca exhibits a new photographic project entitled “Moon Milk” inspired by cosmology and the natural cycle of the elements.

CARTOLINA_WEB_INVITO_MOSTRA_SPATIUM
PAST _ 02.06.2018 > 15.07.2018

SPATIUM
Castello di Pagazzano BG

GROUP EXHIBITION CURATED BY ANGELA MADESANI

Pagazzano, Bergamo, Italy

opening 02.06.2018

Spatium è la seconda di un ciclo di mostre a cadenza annuale dal titolo Le stanze del contemporaneo. Antico e contemporaneo dialogano e si confrontano in contesti d’eccezione situati nella provincia bergamasca, distanti pochi chilometri l’uno dall’altro: da Palazzo Botti a Torre Pallavicina residenza di villeggiatura estiva degli Sforza, a Palazzo Visconti a Brignano, leggendaria residenza dell’Innominato raccontato dal Manzoni e, per rimanere in tema letterario il Castello di Pagazzano che accolse il Petrarca che proprio nelle sue sale compose i Trionfi. E ancora il settecentesco Palazzo Giovanelli a Morengo ora sede del Comune, Villa Colleoni a Cortenuova costruita nella seconda metà del Settecento, utilizzata per la mostra negli ampi spazi del giardino all’inglese, come a Palazzo Tirloni a Covo.

Spatium è un termine che racchiude in sé differenti accezioni, così come la mostra: rappresenta lo spazio reale, la superficie, l’estensione delle sale e dei luoghi che ospitano le opere, ma anche lo spazio interiore e fisico che i lavori degli artisti vanno ad occupare e infine lo spazio inteso come la distanza che separa le varie sedi e che il visitatore deve percorrere, mettendosi in dialogo lui stesso con contenitori e contenuti, con significante e significato, in un processo di scoperta di luoghi, persone e cose.

IMG-20180405-WA0002
PAST _ 05.05.2018 > 23.09.2018

CONTEMPORARY CHAOS
Vestfossen Kunstlaboratorium Norway

GROUP EXHIBITION CUIRATED BY DEMETRIO PAPARONI

Oslo, Norway

opening 5.05.2018

The 16th edition of Vestfossen KunstLaboratorium, at approximately one hour train from Oslo, will be inaugurated on 5th May, at 1:30 p.m. Curated by Demetrio Paparoni, the international exposition ‘Contemporary Chaos’ will present over 60 artists. The show wants to emphasise the multiplying of artistic driving forces by focusing the attention on artists coming from all over the world, including areas which once were considered absolutely peripheral. The opening of new markets and the effects of the digital revolution have progressively brought about such an amount of information on art issues and events deemed important, while being often just ephemeral, to thwart every attempt of critical-theoretical grouping. The linguistic chaos deriving from the language superimposition is thus a phenomenon going beyond the overcoming of movements and trends recorded since the Eighties of the 20th century.

 

www.vestfossen.com

28337857_1585763651460302_882079908392439138_o
PAST _ 28.04.2018 > 15.07.2018

BIENNALE DISEGNO RIMINI
Museo della Città

GROUP EXHIBITION ‘CANTIERE DISEGNO’ CURATED BY MASSIMO PULINI

Rimini, Italy

opening 28.04.2018

www.biennaledisegnorimini.it

foto libro zauli
CURRENT

Chiara Lecca | RETROTERRA | Museo Carlo Zauli

The MUSEO CARLO ZAULI  presents four new publishing projects including the book

Chiara Lecca | RETROTERRA | Museo Carlo Zauli

The book, limited and numbered edition, is published by MCZ and documents the passage to the Museum of Chiara Lecca, guest with two site-specific installations in July 2017.
Texts by Matteo Zauli, Chiara Lecca, Sabrina Samorì.

Info: www.museozauli.it